I blog : Wordpress

Da Wiki Corso Web.

back

WordPress è una piattaforma di "personal publishing" e content management system (CMS), scritta in PHP e che usa come database MySQL o Microsoft SQL Server, che consente la creazione di un sito internet formato da contenuti testuali o multimediali, facilmente gestibili ed aggiornabili. Creata da Matt Mullenweg, è distribuita con la licenza GNU General Public License. Ogni versione del programma è dedicata ad un musicista jazz. WordPress supporta un solo blog per installazione, ma ne esiste anche una versione multi-utente, WordPress MU, anch'essa distribuita con la stessa licenza. Dalla versione 3.0 WordPress MU non esiste più e tutte le funzionalità sono state inglobate in WordPress nella modalità Network.

Caratteristiche:


Indice

Widget per la gestione del blog [Daniele Begotti]

In Wordpress è facilitata l'integrazione di varie funzionalità sull'interfaccia. Il blogger può infatti aggiungere al proprio blog campi di search e tag clouds, o ancora integrarlo con facebook e altri social network. Aggiungere widget è semplicissimo: nella pagina "widget" della sezione appearence ci sono una serie di icone, tutte situate in un box chiamato "available widgets". Cliccando sull'icona desiderata e trascinando l'oggetto all'interno del campo "primary widget area", si attiva la funzione desiderata. Tutto avviene senza caricare o scaricare nulla, ma, soprattutto, senza alcuna conoscenza di linguaggi mark-up o di programmazione. Questa possibilità è presente anche in altri CMS come Joomla. Non è però altrettanto semplice utilizzarla: prendendo come esempio sempre Joomla, l'amministratore del sito dovrà da prima scaricare il modulo dal web, caricarlo sul CMS e impostarlo.
I widget che si possono inserire di base sono:


I migliori plugin per wordpress (infografica) [Matteo Vacca]

Wordpress-plugins-infographic.jpg


Widget di Google Analytics [Ferioli Francesca]


Ecco un video che mostra come collegare il proprio blog a Google Analytics e poter vederne direttamente le statistiche aggiornate grazie all'attivazione del plugin di Google Analytics Dashboard:



Widget per il caching di WordPress [Di Donato Leonardo]

Il concetto che sta alla base di tutti i meccanismi di caching è molto semplice: il motore di WordPress è fatto in PHP (linguaggio interpretato) e per definizione PHP è goloso di risorse hardware e più nello specifico gradisce tanta CPU. Quando viene richiesta una pagina WordPress, prima di essere inviata al browser viene elaborata dal motore PHP. Questo motore PHP non fa altro che generare al volo pagine HTML da spedire al webserver che a sua volta spedirà al browser client. Questo giro di scatole cinesi viene fatto ogni volta che il browser richiede una nuova pagina web. Dopo aver abilitato il caching, il motore PHP lavora solo la prima volta poiché salva sul disco fisso la pagina HTML generata dinamicamente da PHP. Il prossimo client/browser che richiederà la stessa pagina, riceverà direttamente dal webserver la pagina html precedentemente salvata sul disco. In pratica il motore PHP non entra in funzione, con un notevole risparmio di CPU e un impatto devastante sulla page speed, che diminuirà notevolmente. Si noti infatti che questo accorgimento è necessario non solo per la user experience degli utenti ma anche per i robot dei motori di ricerca, in particolare per googlebot che considera la page speed un fattore importante nel ranking assegnato alle pagine web del vostro sito WordPress.

Di seguito vi riporto i migliori plugin per il caching di blog basati su piattaforma WordPress, indicando per sommi capi le loro differenze.

W3 Total Cache - link

Senza dubbio il più potente e completo plugin per il caching su WordPress tra quelli attualmente disponibili. Indicato per installazioni con molti contenuti o con picchi di traffico importanti: è stato scelto anche da alcune testate online, come ad esempio IlPost.it o IlFattoQuotidiano.it. Una soluzione completa per chi vuole personalizzare il caching del proprio blog, calibrando tutto secondo le proprie preferenze o necessità. Tuttavia non è quello che si dice un plugin "plug&play", va impostato e monitorato adeguatamente. Insomma è una soluzione professionale che forse non è necessaria per ogni genere di blog.

WP SuperCache - link

Sicuramente il plugin più noto e più utilizzato in assoluto; sviluppato da diversi anni, costituisce la soluzione più efficace per coloro che vogliono un sistema di caching personalizzabile e professionale ma più semplice, meno impegnativo rispetto a W3 Total Cache.

Quick Cache - link

Il più semplice ed immediato tra quelli finora proposti, Quick Cache merita senza dubbio di essere incluso in questa selezione per l'estrema semplicità di utilizzo, dalle impostazioni iniziali fino alla manutenzione. Mantiene effettivamente ciò che promette, quello cioè di essere una valida e semplice alternativa al tradizionale WP SuperCache. La maggior parte dei blog con traffico medio, o medio-basso, dovrebbero utilizzare Quick Cache: è una soluzione rapida, semplice da gestire ed adatta per tutte le installazioni che non hanno particolari problemi, legati magari alle scarse risorse server o a picchi di traffico particolarmente intensi.

Problemi con l'installazione in locale? [Matteo Tizzoni]

Uno dei promi scogli su cui ci si abbatte tentanto di creare un proprio sito con Wordpress (installazione completa in locale) è proprio un file chiamato wp-config-sample.php contenuto nella cartella scaricata dal sito di wordpress.org. 

Il Readme ci invita ad aprire quel file con un lettore note (es: Word Pad) e modifficare i parametri relativi al database, al local host e altri strani nomi che, senza ulteriori guide, ritengo possano sembrare incomprensibili a molti utenti...

Questo utilissimo video può chiarire molti dubbi!



Libertà [Ferioli Francesca]

WordPress è un software Libero e open source, creato da una community distribuita di sviluppatori volontari, sparsi per il mondo. WordPress è distribuito con licenza GPL. Direttamente dal sito vengono evidenziate le varie possibilità:

1. Avete la libertà di eseguire il programma, per qualsiasi scopo.
2. E' possibile accedere al codice sorgente, studiare come funziona il programma e cambiare per fargli fare ciò che si desidera.
3. Si ha la libertà di ridistribuire copie del programma originale in modo da aiutare il prossimo.
4. Si ha la libertà di distribuire copie del proprie versioni modificate ad altri. In questo modo si può fornire a tutta la comunità la possibilità di beneficiare di tali modifiche.


WordPress cresce soprattutto grazie al passaparola e alle migliaia di imprese e servizi che si basano su e intorno a WordPress, che fanno conoscere gli aspetti sopra citati ai propri utenti.
Ci si può sentire sicuri nel cercare all'interno della directory di WordPress.org plugin e temi, visto che ognuno di questi è 100% GPL (o ha una licenza libera compatibile simile a questa). 

Wordpress 2.0: su Android il blogging cambia faccia [Valeria Gennari]

WordPress ha rilasciato negli scorsi giorni la nuova applicazione per Android che mette nelle mani di chi utilizza questa piattaforma uno strumento potentissimo per bloggare da smartphone. Sia che abbiate un blog su Wordpress.com o che semplicemente utilizziate la piattaforma di cms open source potete utilizzare l’app ufficiale per gestire uno o più blog, o aprirne di nuovi. La versione 2.0 dell’app per il sistema operativo di Google mette a disposizione quick bar e menu intuitivi e veloci. Dalla quick bar è possibile passare da un blog all’altro, eseguire un refresh o accedere al menu. Dal menu si possono gestire tutte le attività tipiche: scrivere un post, creare una pagina, pubblicare una foto o un video in modalità post rapido, consultare e modificare post e pagine, gestire i commenti.

Una barra per la formattazione permette di usare grassetto, corsivo e sottolineato con facilità, così come aggiungere eventuali link. I post così creati possono essere condivisi attraverso le app presenti nel telefono. Quando si tratta di aggiungere una foto ora c’è anche la possibilità di indicare titolo e didascalia oltre che allineare l’immagine rispetto al testo e scegliere le dimensioni con cui vogliamo caricarla, eventualmente creando il link al file originale. Un’opzione però con non pochi problemi che vanno corretti. Per ogni post possiamo scegliere il formato (standard, citazione, foto, video, status...) se vogliamo pubblicarlo o salvarlo (on line od off line) come bozza. Peccato non poter programmare la pubblicazione.

Con la nuova app di Wordpress abbiamo a disposizione anche le statistiche relative al nostro blog e possiamo accedere allo stream dei post dei blog che seguiamo, così come scoprirne di nuovi ed eventualmente ripubblicare i post più interessanti. Infine, c’è la possibilità di abilitare la notifica dei commenti aggiunti e impostare la firma per ogni post.


6593992381_1ac3262cd4.jpg

WordPress 3.3.1: le novità su AlterVista [Ferioli Francesca]


L’aggiornamento di WordPress 3.3.1 presenta alcune novità: c’è il caricamento facilitato dei media: non è più necessario specificare il tipo di file (audio, video, immagine) che verrà automaticamente riconosciuto da WordPress ed è possibile caricare i file grazie al drag & drop.

Wordpress.png

 Il menu di amministrazione ora è ottimizzato per i dispositivi mobili e di più rapida consultazione. Ma le novità più grosse riguardano solo i blog su AlterVista. Infatti nel menu di amministrazione, e in un box nella bacheca, si trova un link che permette di accedere a diversi servizi di personalizzazione del blog.
Wordpress1.png

Nuovi servizi


Cliccando su AlterVista si atterra sulla pagina riassuntiva di tutti i servizi disponibili che riguardano le statistiche, la grafica, i social network, la versione mobile del blog, i guadagni relativi alla pubblicità e l’inserimento della pubblicità.

Wordpress2.png

 Per accedere alle diverse sezioni basta cliccare sul pulsante di ciascun riquadro. I pulsanti con le scritte in nero rimandano a pagine di amministrazione WordPress, mentre i pulsanti con le scritte in rosso indirizzano verso il pannello di controllo di AlterVista.

Per esempio: per controllare le statistiche del blog clicco su Guarda le Statistiche.

Wordpress3.png

 Inserisco la password del mio account AlterVista nel box di autenticazione e visualizzo il traffico giornaliero, settimanale e mensile del blog, con le medie e i trend relativi a visitatori unici e pagine viste.
Wordpress4.png

Grazie a questa nuova pagina sui servizi è ora possibile avere uno sguardo complessivo sui vari aspetti del blog, accedere ai setting dei pulsanti per la condivisione sui social network dei contenuti,

Wordpress5.png

impostare le caratteristiche della versione mobile, scegliere un nuovo tema grafico, cambiare gli elementi della toolbar e il colore dell’antipixel di AlterVista. Puoi inoltre inserire i banner pubblicitari che ti permettono di guadagnare con il traffico del blog e restare aggiornato sull’andamento dei tuoi ricavi.

Importare un blog wordpress in Facebook [Aurora Ripamonti]

Di seguito il video tutorial in cui viene spiegato come importare blog WordPress su Facebook:


Wordpress, il blogging diventa telefonico [Stefano Manicone]

I blog e Wordpress cambiano con una rapidità incredibile, e la nuova evoluzione della famosa piattaforma di blogging è infine giunta a supportare finalmente anche le clip vocali trasmesse via cellulare!


Wordpress.jpg


Questo nuovo servizio, annunciato tramite un post sul blog ufficiale del progetto Wordpress, si chiama infatti ‘Post by Voice‘ e permette di inviare al proprio blog una clip audio, dalla durata massima di 60 minuti, con cui il sistema andrà a generare un vero e proprio post con tanto di player per l’ascolto.
Un sistema sicuramente valido ed interessante che potrebbe permettere la nascita di un nuovo modo di fare blogging, ampliando i classici contenuti testuali con clip audio e commenti fruibili direttamente all’interno della stessa pagina.
Il tutto sfruttando un comune smartphone come iPhone, BlackBerry o uno degli innumerevoli terminali basati su Google Android!
Il servizio al momento è gratuito ed offre ben sessanta minuti di durata massima per ogni clip audio, ma in un prossimo futuro potrebbe essere introdotto una sorta di abbonamento Premium per mantenerlo attivo.





Whos here now:   Members 0   Guests 0   Bots & Crawlers 1
 
Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Forum Menu
Wikibook
Autori
Istruzioni
Widget e Social Media
Strumenti
Modifiche