Mobile applications : Esempi

Da Wiki Corso Web.

Indice

STATO=Libero

Simulatore Samsung Galaxy Nexus [Simone Compagnone]

Ecco ora una guida interattiva per coloro i quali hanno acquistato un Galaxy Nexus e non sanno come usarlo. Tutto ciò che è possibile simulare:


Provaterlo voi stessi, cliccando sulle funzionalità che vi interessano e verrete guidati dal simulatore, step by step:

 

back


Blackberry [Samar Ramadan]

- BlackBerry Messenger:
Scopri il BBM di ultima generazione, dove le app diventano social! Le funzioni BBM sono ora integrate nelle tue applicazioni preferite per consentirti di condividere contenuti o chattare con i tuoi amici BBM mentre utilizzi l'applicazione. Gioca contro i tuoi amici mentre chattate, prendi in giro le squadre preferite degli altri mentre rivedete i risultati, parla di un libro famoso che tutti i tuoi amici stanno leggendo, cerca un nuovo ristorante per condividerlo con gli amici e molto altro ancora! Per trovare le app connesse con BBM in BlackBerry App World, cerca "BBM" e scarica tutto! E, naturalmente, troverai tutto quello che hai sempre amato di BBM: potrai chattare con gli amici e scoprire se il tuo messaggio è stato recapitato o letto, condividere foto, video, note vocali, la tua posizione o perfino il brano che stai ascoltando; creare un gruppo BB per chattare e collaborare con amici o colleghi, ecc. Adesso, con BBM, puoi incontrare i tuoi amici tramite le app!

346324.png 346326.png 346327.png 346328.png 346329.png

SoundHound Infinity [Donato Tortelli]

soundhound-infinity-applicazione-android-market-google.png

SoundHound (precedentemente si chiamava Midomi) è applicazione di riconoscimento musicale in grado di identificare le canzoni che si stanno ascoltando. Il funzionamento è molto simile al forse più famoso Shazam, infatti è sufficiente lanciare l’app, accostare l’iPhone (iPad o iPod touch se dotato di microfono esterno) alla fonte che riproduce la musica e dopo qualche secondo d’attesa apparirà una scheda (è necessario un collegamento internet via 3G o Wi-Fi).

In più, è poossibile effettuare una ricerca in base al nome dell’artista, per titolo della canzone o semplicemente scrivendo alcune parole del testo del brano, e una volta identificato è possibile perfino ascoltare un’anteprima. C’è anche una opzione che permette di pronunciare a voce alta il nome o un titolo, ma il riconoscimento vocale funziona solo se si ha un accento inglese-americano.

Ovvaimente non mancano le funzioni di condivisione con i principali social network, Facebook e Twitter, e l’opzione Auto-Share permette di far conoscere automaticamente ai propri amici quale canzone si sta ascoltando con l’iPod.

SoundHound può perfino raccomandare canzoni simili a quelle che si è tentato di identificare, funzione che ricorda molto Genius di iTunes.

Shazam [Donato Tortelli]

shazam-logo.jpg

Shazam è un'applicazione molto famosa per dispositivi mobili ed offre tre tipi di applicazioni , un free-to-try programma chiamato semplicemente Shazam, poi c'è Shazam Encore, ed infine, il loro più recente prodotto, chiamato (Shazam) RED. Shazam Encore e (Shazam) RED non si differenziano per caratteristiche e prezzo (entrambi sono al prezzo di 5,99 dollari ), ma una parte del guadagno di (Shazam) RED viene devoluto per sostenere l'AIDS / HIV per le popolazioni dell'Africa. Ci sono alcune piccole differenze tra Shazam e la versione a pagamento, Shazam Encore, in particolare le limitazioni sul tagging . Con Shazam all'utilizzatore vengono resi disponibili cinque tag gratuiti al giorno. Ciò significa che se un utente tagga cinque brani in un giorno, non può taggare più fino all'inizio del giorno successivo. Tuttavia per Shazam Encore, non c'è limite di tag, e l'utente è autorizzato a registrare quanto vuole. Shazam è attualmente disponibile in 200 paesi e 30 lingue.

Shazam vs SoundHound [Donato Tortelli]

Gli utilizzatori di entrambe le applicazioni preferiscono maggiormente SoundHound per diversi aspetti:


Altro video che paragona le due app


Le app per visitare i musei di New York[Aurora Ripamonti]

Sono state realizzate delle applicazioni da svariati musei: Museum of Modern Art e American Museum of Natural History, a New York; il Los Angeles Museum of the Holocaust; e il San Francisco Museum of Modern Art , che ha creato un’applicazione anche per Android. Le nuove tecnologie aiutano un visitatore a vivere il museo in una maniera nuova e appagante. Inoltre,
scherza Bob Tedeschi, autore dell’articolo comparso su nytimes.com l’8 settembre del 2010, i servizi si trovano in fretta! D’altronde anche quello dei servizi è sempre stato un problema per molti nelle grandi strutture e le tecnologie sono evidentemente utili anche per questo tipo di ricerche.
The Museum of Natural History Explorer, arrivato in luglio, aiuta i visitatori a trovare più facilmente esibizioni e servizi offerti dal museo rispetto alle mappe cartacee. All’interno dell’applicazione è possibile scegliere il proprio tipo di tour nell’apposita sezione. Informa riguardo ad attrazioni situate nelle vicinanze e rende visibili sulla mappa punti d’interesse quali l’uscita, i
servizi, bar o boutique. L’applicazione è gratuita.
Applicazione simile è stata creata anche per il MoMA, Museum of Modern Art; lo sviluppatore Spencer Kiser ha sottolineato che è in corso il perfezionamento per l’applicazione per Android.
La mappa creata per l’iPhone è un ottima guida e dispone di un elenco delle esibizioni floor-byfloor.
Inoltre l’applicazione permette all’iPhone di diventare l’audio guida che assicura una piacevole visita e accurate descrizioni di alcune opere presenti nel museo, facendo evitare così code per ritirare l’audio guida messa a disposizione dal museo stesso. Con la stessa applicazione è possibile inviare un’istantanea via mail con il marchio MoMA sulla stessa.
L’iPhone è inoltre d’aiuto per trovare musei e esibizioni in New York, essendo presente le applicazioni Museum Guide, di cui The New York Art è rivale.Chi possiede un iPad può inoltre scaricare la nuova applicazione Diana Curran, che consiste in un

libro interattivo che raccoglie le foto scattate durante la visita al museo Ms. Curran. 

In Italia

Anche l’Italia si sta muovendo in direzione “turismo mobile”. Con l’applicazionei-MiBAC – Top 40 è possibile infatti vedere la mappa del Colosseo, prenotare un biglietto per visitare il Foro Romano, calcolare l'itinerario per arrivare a un museo o avere informazioni dettagliate sul monumento che si ha di fronte. Il tutto utilizzando solo il proprio smartphone. Questa applicazione,
messa a disposizione dal Ministero dei Beni e le Attività Culturali dal 1° luglio del 2010, è la prima di una serie di applicazioni per telefonia mobile rilasciata ufficialmente da un ministero italiano. È scaricabile gratuitamente dall’AppStore e dai siti web istituzionali, inizialmente solo su iPhone, iPod Touch e iPad, ma presto anche con tutti gli smartphones, anche in lingua inglese. Il progetto ruota attorno ai 40 musei e aree archeologiche più visitati d’Italia. Ogni luogo dei 40 contenuti
nell'applicazione è descritto attraverso una scheda con le informazioni generali di accesso e una ricca galleria iconografica. Sono presenti poi numerose sezioni che implementano l’utilità dell’applicazione: la sezione «Mappa», con i percorsi culturali connessi, quella «Percorsi», con georeferenziazione dei luoghi, immagini e brevi schede storiche degli stessi, quella «Morphing» sui restauri delle opere d'arte. C'è poi una sezione «Top Secret» che contiene video e gallerie fotografiche dei luoghi nei pressi dei Top 40 meno accessibili al pubblico e anche una sezione «Tickets» che consente di prenotare e acquistare il biglietto per i siti MiBAC direttamente dal proprio telefono, fino a 24 ore prima dell’ingresso.
Altro caso italiano è l’applicazione“When in Rome” che si propone come guida turistica per visitare Roma con il proprio iPhone. Infatti grazie al GPS integrato nel telefono l’applicazione fornirà un elenco di tutti i locali richiesti divisi anche per categoria e in ordine di prossimità.

Fonte: Tesi di laurea Aurora Ripamonti


Flop Tv, risate a portata di Android [Fabrizio Pontiggia]

DESCRIZIONE

Tutte le serie di FlopTV direttamente sul tuo dispositivo Android per prendere in ogni momento della giornata la tua dose di buonumore.

Con FlopTV puoi: - Cantare… sulle note di Mariottide - Fare acquisti… da Piccol - Stare In forma… con Davide - Imparare… con consigli de La posta del cuore di Remo Remotti - Consultare… la voce amica di Schizzo - Essere aggiornato… col FlopTG

In totale avrete più di 60 webseries interpretate da geni della comicità quali:

   Marcello Macchia al secolo Maccio Capatonda
   Stefano Belisari in arte Elio
   Valerio Mastandrea
   Marco Giallini
   Luca Angeletti
   Gip Cutrino delle Iene
   e tanti altri

Tutto nelle tue mani grazie a FlopTV, non solo un’applicazione ma un vero e proprio serbatoio di comicità al quale attingere quotidianamente.

Infatti, ogni giorno c’è un nuovo video da vedere, commentare e condividere!

Vediamo come funziona.

FUNZIONAMENTO

Lanciando il programma ci viene subito presentata la Home in cui gli autori ci suggeriscono alcune serie da vedere:

6820300597_2ddbd89137.jpg 6820300693_8ba61106cd.jpg

Nella seconda scheda (Show) vediamo tutto l’elenco per serie, nell’altra scheda (Like) vediamo le puntate nell’ordine dei “Più commentati”, “Più visti”, “Scelti da Flop”:

6820300811_49d40c8574.jpg 6820300933_c134bcfe98.jpg

Ultime 2 scheda disponibili sono “Categorie” e “Blog”:

6820301007_b2f904f018.jpg 6820301119_959d629244.jpg

Da qualunque scheda scegliamo la puntata che vogliamo e con un tap su di essa parte istantaneamente il video! Niente di più facile! VERDETTO FINALE

Nessun problema, tutto fila liscio e la qualità del video è ottima! Applicazione ben fatta, ma visto che i video partono direttamente in landscape mi sarei aspettato che anche il menu andasse in landscape.


WhatsApp Messenger [Fabrizio Pontiggia]

WhatsApp Messenger è un programma di messaggistica disponibile per smartphone Android, BlackBerry, iPhone, Windows Phone e telefoni Nokia. WhatsApp usa la connettività 3G o WiFi (ove disponibili) per inviare i messaggi ad amici e familiari. Passare dai semplici SMS a WhatsApp consentirà di inviare e ricevere messaggi, immagini, note audio e messaggi video a costi limitati o praticamente nulli (in caso di connessioni flat in pratica i messaggi si inviano gratis).

costi: una volta che tu e i tuoi amici avrete scaricato l’applicazione, è possibile utilizzarla per chiacchierare quanto volete. Inviate un milione di messaggi al giorno per i vostri amici gratuitamente ( o meglio senza costi telefonici). WhatsApp utilizza la connessione Internet:.! 3G/EDGE o Wi -Fi quando disponibile (occhio, ovviamente, all’invio via rete cellulare se si ha un piano a consumo). Il primo anno l’applicazione è installabile gratuitamente ma per potere continuare ad usarla successivamente si deve corrispondere un canone annuo di $ 1.99.

multimedia : Invia video, immagini e note vocali ai tuoi amici e contatti. group chat: Godetevi conversazioni di gruppo con i vostri contatti.

no spese internazionali: Proprio come non ci sono costi aggiuntivi per inviare una mail internazionale, non vi è alcun costo per inviare messaggi WhatsApp internazionali. Chatta con i tuoi amici in tutto il mondo, purché abbiano WhatsApp Messenger installato ed eviterete quei costi per comunicare all’estero. niente pin o nome utente: perché prendersi la briga di dover ricordare ancora un altro PIN o username? WhatsApp funziona con il vostro numero di telefono, e si integra perfettamente con la vostra rubrica esistente. non occorre log in / out: Non si rischia confusione circa l’essere o meno connesso o disconnesso da un altro computer o dispositivo. Col notifiche di tipo push WhatsApp è sempre acceso e sempre connesso.

non serve aggiungere i contatti:. la rubrica viene utilizzata automaticamente collegandosi con i tuoi contatti. I contatti che hanno già WhatsApp Messenger verranno automaticamente visualizzati in Preferiti, simile a una buddy list (ovviamente si può sempre modificare i Preferiti in qualsiasi modo si voglia)

messaggi offline: anche se non fosse possibile notificarvi un messaggio in push o avete il telefono spento, WhatsApp salverà i messaggi offline fino a quando non potrà recuperarli durante l’uso successivo dell’applicazione.

e molto altro: Condividi posizione, i contatti di Exchange, sfondi personalizzati, i suoni di notifica personalizzati, modalità paesaggio, data e ora precisa dei messaggi, cronologia chat-mail, messaggi broadcast e MMS ai contatti contemporaneamente e molto altro ancora!

Viber [Silvia Antognazza]

viber

Viber è un software voip che permette di telefonare gratuitamente chi utilizza, dall’altra parte, un client Viber.
Viber si differenzia dai predecessori e dal più noto e diffuso Skype innanzitutto per la facilità di registrazione che consiste principalmente nel:
1) scaricare l’app Viber dall’Apple Store oppure passando da viber.com
2) aprire Viber e consentire, rispondendo OK al popup che ce lo chiede, di utilizzare le notifiche dell’Iphone a Viber
3) immettere per la prima (ed unica) volta il nostro numero di telefono
4) attendere 1 nanosecondo e ricevere un sms con un numero di 4 cifre che ci “identificherà” come veri proprietari del numero immesso.
A differenza quindi di Skype quindi non richiede una registrazione con nome, cognome, dati personali etc, men che meno l’immissione di alcuna carta di credito o cose simili.
Inoltre Viber ha trovato in un altro elemento il suo punto di forza: i contatti. Una delle difficoltà spesso rilevata nell’utilizzo di skype è sempre stato infatti il punto che per parlare con qualcuno bisogna averlo negli amici, e dovendolo aggiungere negli amici prima bisogna quindi conoscerne il numero di email o nome di contatto.
Viber ci chiede se consentiamo l’accesso alla nostra lista dei contatti su Iphone, e da quel momento potete chiamare qualsiasi numero della vostra rubrica come fareste comodamente e solitamente con l’iphone: l’unica differenza e’ che viber prima prova a chiamarlo tramite sè stesso (ovvero sfruttando la connessione wifi o 3g) e se la connessione non è su oppure la nostra controparte (il numero che stiamo chiamando) non ha viber, solo a quel punto la chiamata viene dirottata sul sistema telefonico standard dell’iphone (con addebito normale come avviene per una qualunque chiamata).

Endomondo [Silvia Antognazza]

Endomondo-Sports-Tracker

Endomondo è un servizio integrato fra web e sistema GPS (meglio ancora su smartphone) che consente di condividere con amici e conoscenti i propri allenamenti.
Per prima cosa bisogna registrarsi al servizio web di Endomondo; il programma chiede solo di indicare la propria mail e una password, senza richiedere indirizzo, sesso o altre informazioni, come fanno molti social network. A questo punto si può scaricare l'applicazione per il proprio smartphone: sono supportati decine di modelli, da Nokia a LG, da Blackberry a HTC. Terminata l'installazione del software su smartphone, ci si deve identificare (stesse User ID e password fornite su web), si deve indicare il proprio peso e si può cominciare l'allenamento.
Pochissime le informazioni da introdurre: innanzitutto il tipo di allenamento, a scelta fra corsa, ciclismo da trasporto, ciclismo sportivo, ciclismo di montagna, pattinaggio, skiroll, sci di fondo, sci alpino, snoboard, kayak, kit surf, canottaggio, vela, windsurf, camminata sportiva, golf, escursionismo, orientamento, camminata, equitazione, nuoto). Ancora un clic su un pulsante a video e parte la registrazione dei dati.
Endomondo è gratuito, ma il servizio è associato anche ad attività di marketing (ricevitori GPS, gadget vari) e a utilizzi professionali, per allenamenti di gruppo.

eBuddy [Silvia Assi]

ebuddy

eBuddy è un’ottima applicazione per la messagistica istantanea che permette di chattare con gli amici di MSN, Yahoo, AIM, ICQ, GTalk, e Facebook, e oggi, si aggiorna arrivando alla versione 3.4.0 che porta qualche novità.
Ad esempio:
•Aggiunta la possibilità di settare il proprio stato automaticamente dopo pochi minuti;
•Possibilità di impostare una risposta automatica quando non si è disponibili;
•Possibilità di ricevere notifiche, suoni o badge per ogni messaggio o per ogni nuova chat aperta;
•Aggiunta la possibilità di vedere il nick dei tuoi contatti.
Queste piccole migliorie rendono sempre più completo questo client di messagistica istantanea che si può trovare gratuitamente in App Store.

mzl_tjrolwug_320x480-75 mzl_qxhpgezt_320x480-75

Twicca [Silvia Assi]

Twicca è completamente gratuito ed estremamente semplice da usare, oltre che ricco di varie funzionalità, che spaziano dall’includere foto e video ripresi attraverso la camera del cellulare, all’effettuare ricerche tra topic, visualizzare uno storico dello scambio di messaggi tra più utenti, ecc. Twicca consente anche di gestire le liste, e di colorare con 6 diverse tonalità gli utenti che seguiamo, in modo da capire a colpo d’occhio a chi appartengono i post nelle nostre timeline.


Quickpix [Silvia Assi]

Quickpix è la nuova applicazione Apple iOS, dedicata al mondo della fotografia, che consente di scattare immagini di ottima qualità anche mentre il dispositivo è impegnato nella registrazione video. La qualità delle fotocamere degli ultimi dispositivi Apple, precisamente iPhone 4 e iPhone 4S, è fuori questione. Il primo modello, iPhone 4, ha portato un livello di definizione sino a quel momento mai visto per una camera da 5 megapixel installata un dispositivo mobile, e con iPhone 4S, il nuovo livello si è innalzato ulteriormente anche grazie al sensore da 8 Megapixel. Entrambi i sensori sono in grado di registrare video ma il software che sottende all’operazione presenta certamente qualche limitazione. Quando si registra un video con iPhone è impossibile scattare foto allo stesso tempo. Per farlo, è necessario fermare il video, scattare la foto e riprendere le riprese.
Quickpix, scaricabile presso iTunes App Store al costo di 0.79€, cambia questo comportamento. Quickpix, infatti, consente agli utenti di fotografare in ogni momento dell’utilizzo della fotocamera, mentre il filmato continua il proprio svolgimento indisturbato. Le immagini così scattate saranno in risoluzione 1280×720. Alcuni aggiustamenti dell’applicazione consentono anche di fare in modo che la foto sia scattata nell’istante in cui l’app è richiamata per l’esecuzione, così da ottenere uno scatto rapidissimo. QuickPix è disponibile per iPhone ed iPad e richiede iOS 4.1 o superiori.


Le dieci applicazioni più inutili per Iphone [Stefano Manicone]

1. Bubble Wrap

Cosa c’è di più gratificante che scoppiare le bolle della plastica degli imballaggi? Certo, farlo su un iPhone non è la stessa cosa, ma qui oltre all’antistress c’è pure la funzione ludica, che si traduce in una vera e propria corsa contro il tempo: 45 secondi per far esplodere il maggior numero di bolle.

2. Newton’s Cradle

Con il suo pendolo, Newton ci ha fatto capire in modo chiaro e semplice le leggi sulla quantità di moto. Se non avete voglia di andare al Museo della Scienza per osservarne il funzionamento potete sempre scaricarvi questo programmino dall’AppStore. L’effetto ipnotico è assicurato.

3. iBeer

Di questi tempi avete un chiodo fisso: la birra gelata che vi attende all’happy hour post-lavorativo. Se all’appuntamento manca ancora troppo tempo potete sempre consolarvi con iBeer. Che forse non placherà la vostra sete di luppolo ma farà sorridere i vostri colleghi per qualche secondo. La birra non è la vostra passione? Poco male, chi ha inventato l’applicazione ha pensato bene di trasformare il vostro iPhone anche in un bicchiere di latte, di champagne o di soda.

4. Ocarina

Forse non lo sapevate, ma dentro di voi si nasconde un talentuoso suonatore di ocarina. Per farlo emergere non vi resta che scaricare l’omonimo programma: il vostro iPhone si trasformerà in un vero flauto ovoidale in terracotta pronto a regalarvi suadenti melodie. Non dovete far altro che soffiare nella sede del microfono e chiudere i fori virtuali posizionati sul touch screen. Smule, la compagnia che ha sviluppato il programma, ha pensato addirittura a un forum per gli utenti virtuosi che desiderano scambiarsi gli spartiti.

5. Virtual Zippo Lighter

Il più celebre fra gli accendini a benzina si è trasferito sull’iPhone. E non serve nemmeno ricaricarlo. Non contate però sulla sua fammella nel caso vi ritrovaste senza fiammiferi o accendino davanti all’ultima Marlboro. Sicuramente più utile da brandeggiare ai concerti durante i pezzi strappalacrime.

6. iSmoke

Fumare fa male, d’accordo. Ma qualche avida boccata di una sigaretta o di una pipa digitale non ha mai fatto male a nessuno. Così nemmeno il vostro medico di base avrà qualcosa da ridire vedendovi fumare un iPhone. Evitate però di farlo davanti allo psicanalista…

7. Hold on

L’unico vero scopo di questa applicazione è mettere alla prova la vostra pazienza. “Toccate lo schermo per quanto più tempo possibile” è il perverso invito di Hold on. In gioco non c’è un posto d’onore nel Guinnes dei Primati, ma i vostri nervi.

8. Rotary dialer

Se le suonerie retrò hanno riscosso così grande successo allora significa che esistono molti nostalgici della telefonia vintage. Con questa applicazione vi sembrerà di tornare indietro agli anni del grigione, quando per fare un numero di telefono si utilizzava ancora il rotellone analogico.

9. Mouth off

Si dice che l’iPhone sia sulla bocca di tutti. Ecco invece un modo per avere la bocca di tutti sull’iPhone. Basta appoggiare il Melafonino sulle labbra e parlare: la vostra nuova bocca virtuale si muoverà in sincrono con quella reale. Almeno due minuti di divertimento assicurato.

10. Yes No Free

Devo chiamarla? E’ questa la strada giusta? Posso schiacciare quel pulsante rosso? Se di fronte a un dubbio amletico non vi resta altra alternativa che tirare a sorte, ma avete esaurito gli spiccioli, ecco un programmino facile facile pronto a suggerirvi la risposta giusta; o perlomeno giusta al 50%. Che sia un “Sì” o sia un “No” lo deciderà infatti il vostro iPhone.


Allenamento e dieta con Iphone [Giuseppe Lorusso]

FitDay Mobile [Giuseppe Lorusso]

FitDay Mobile offre tutto quello che serve per la pianificazione ed il monitoraggio di una dieta, non solo calcolando le calorie ma offrendo una miriade di opzioni utili al controllo della salute globale.

Interagisce con il sito FitDay e rilascia informazioni nutrizionali; sono disponibili quasi tutti i prodotti alimentari; sono messi a disposizione ingredienti, preconfezionati e cibi di fast-food.

fidaty-200x300.jpg


La sua principale caratteristica è l’opzione di personalizzazione degli alimenti, selezionando il tipo di cibo che più mangia e controllando le varie calorie abbinate durante la giornate. Per far funzionare l’app è necessario iscriversi al sito e c’è bisogno di una connessione ad internet sul proprio smartphone per accedere al database degli alimenti.

Inoltre le attività fitness devono essere inserite manualmente, mentre il conta calorie ed il brucia-grassi sono forniti. Per il momento l’app non dispone di aggiornamenti.

GAIN Fitness [Giuseppe Lorusso]

GAIN Fitness contiene più di 700 esercizi ed è studiata per permettere all’utente di organizzare il proprio allenamento e l’attività fisica in base al tempo libero, al livello di allenamento e al proprio stile di vita.

Si possono personalizzare vari aspetti come il tempo, le ripetizioni e le difficoltà, ma anche selezionare un allenamento in un ambiente domestico o in una palestra in modo da organizzarlo a seconda della disponibilità delle attrezzature. Se si vuole creare un programma di allenamento è bene affidarsi alla selezione random di esercizi, che vengono scelti in modo da offrire una sessione di allenamento completa.


Ad ogni esercizio è associato un video introduttivo per rendere comprensibile ciò che si sta per fare e le tecniche per svolgere l’attività nel modo corretto.

L’Applicazione sostituisce un personal trainer, consente la sincronizzazione delle proprie attività, i programmi di allenamento ed i progressi ottenuto attraverso il sito di Gain Fitness.





Whos here now:   Members 0   Guests 0   Bots & Crawlers 1
 
Strumenti personali
Namespace
Varianti
Wikibook
Modifiche