Mobile applications : Il Web e le apps

Da Wiki Corso Web.

Indice

STATO=Libero

Che cosa sono le Mobile App o applicazioni mobili? [Samar Ramadan]

Con la diffusione dei device Mobile e con le innovazioni tecnologiche legate agli smartphone di ultima generazione, le Applicazioni Mobile sono sempre più diffuse ed utilizzate, candidandosi a diventare strumenti innovativi ed efficaci per comunicare e coinvolgere il proprio Audience.

[1]

Evernote [Minoli Sara]

Evernote è un’applicazione che permette di organizzare facilmente foto e immagini e di recuperare tutte le informazioni che contengono:
- Nomi
- Numeri di telefono
- Indirizzi
- Orari

Prendere nota di qualsiasi cosa cosi' diventa facilissimo e voloce quando uno snap shot. Poco importa se si tratta di una scritta a mano, stampata, o di un numero: Evernote archivia e riconosce praticamente qualsiasi cosa.
Con Evernote si possono archiviare e ritrovare facilmente le informazioni contenute in:
- Screen grab fatti al computer
- Foto scattate con il cellulare o la webcam
- Immagini digitali
- Scan
- Pdf
- Qualsiasi altra cosa

Qualsiasi immagine contenga testo è ora catalogabile e a vostra disposizione su qulsiasi dispositivo si desideri. Tutta l’informazione che salvate viene infatti archiviata sulla pagina personale di Evernote, sincronizzata sul vostro PC, mac o Smart Phone e quindi accessibile in qualsiasi momento, on o off-line. Evernote riconosce il testo contenuto nelle immagini e lo indicizza, fa tutto automaticamente. E' possibile aggiungere tag, per recuperare l’informazione ancora più facilmente.



Due spin-off di Evernote: Evernote Hello ed Evernote Food [Valeria Gennari]

Il primo, Evernote Hello, incarna l’uso che finora molti facevano di Evernote versione originale: trasformarlo in un gestore di contatti. Attraverso Evernote Hello è possibile aggiungere tag e foto a ciascun nuovo contatto, insieme a nome, numero di telefono, ed indirizzo email. Evernote Hello aggiunge una foto al contatto insieme al luogo e all’ora di creazione, per migliorare la propria funzione di localizzazione. La grafica è chiara e ben disegnata, sebbene alcuni sembrano non apprezzare particolarmente questo spin off.

Evernote Food funziona di fatto come la versione Hello, sebbene sia orientato a tenere traccia di piatti e ricette. La funzione viene resa più interattiva, consentendo di scattare foto in maniera rapida, localizzarli, e taggarli con semplici descrizioni. La grande mancanza in questo caso è l’assenza di una funzione automatica di ricerca: se siamo interessati ad una certa ricetta, agli ingredienti ed alle proporzioni, dovremo cercare manualmente il piatto e sempre manualmente inserire le specifiche.

Questi due spin off sono due implementazioni che nella pratica mirano ad aumentare l’utilizzo di Evernote, sebbene non siano molto competitivi rispetto ad app specifiche. Le due applicazioni possono essere scaricate nell’App Store di Apple.

Per saperne di più: ilbloggatore.com

Infographic

Un'interessante infographic che mostra quanto oggi le app siano importanti e popolari.

via

La top 10 delle applicazioni mobili previste per il 2012 [Valeria Gennari]

Qualche settimana fa su "Il sole 24 ore" è apparso questo interessante articolo sulle previsioni per le mobile applications nell'anno nuovo: Applicazioni mobili: ecco le 10 che useremo di più nel 2012

App dedicate anche all'arte [Silvia Antognazza]

Nella classifica delle 500 migliori applicazioni dell’anno, i Sunday Times riconosce un posto di primo piano alla Maurizio Cattelan: All. Prodotta in occasione della grande retrospettiva che il Guggenheim ha dedicato a Maurizio Cattelan, l'applicazione è disponibile su iPhone, iPad e Android. L’apprezzamento è rivolto in particolare alla ricchezza dei contenuti: la app Cattelan comprende infatti immagini dell’ormai celebre istallazione del Guggenheim, testi approfonditi sulle singole opere presentate dall’artista e video girati con molti dei suoi principali collaboratori. Un'interfaccia interattiva con inquadrature dettagliate è stata pensata per consentire agli utenti di ingrandire l'installazione da quattro diversi punti di vista, permettendo di esaminare le opere nel dettaglio, più di quanto non sia stato possibile fare sul luogo. Accanto a riprese esclusive realizzate nella rotonda del museo durante la fase di allestimento, un interesse particolare rivestono le conversazioni con i conservatori del Guggenheim e con i tecnici che hanno reso possibile l’ambiziosa istallazione. Un’applicazione dunque, che secondo le osservazioni del Times, annuncia un trend promettente per migliorare la fruibilità delle mostre d'arte con contenuti su misura.

Maurizio Cattelan

E-book app: l’editoria entra negli appstore [Sarah Cillo]

Anche gli e-book recentemente sono entrati nel mercato delle applicazioni, investiti dal forte potere che i tablet hanno acquistato nel mercato della tecnologia a “portata di mano”: se prima erano gli e-book reader l’unico device che ci permetteva di avere sempre con noi la raccolta dei nostri libri preferiti, oggi nel mercato delle apps, in particolare nell’Appstore di Apple, approdano molte case editrici con e-book sotto forma di apps.

Proprio da Apple per fine gennaio 2012 è attesa la notizia più interessante a riguardo: la presentazione di ePub 3, l’aggiornamento del linguaggio dei libri digitali, che permetterà una maggiore integrazione fra e-book e app.

Questo comporterà un gran rimescolamento delle carte nel settore dei devices, in particolare metterà ulteriormente in competizione Apple e Amazon, da sempre leader per quanto concerne l’e-commerce dell’editoria e dei supporti di lettura, come la serie si e-reader Kindle.

La dimensione educativa [Sarah Cillo]

Cosa meglio di un’esperienza ipermediale e interattiva può rendere interessante i libri di scuola? Sia che si tratti di materie umanistiche che quelle scientifiche, il valore aggiunto di un’app nello studio è evidente. Immaginarsi uno scenario dove le scuole si dotano di tablet per i propri studenti sembra attualmente ancora troppo futuristico, soprattutto perché c’è la diffusa opinione che questo possa comportare costi elevati per il sistema scolastico.

In realtà non è così: la dotazione di devices va intanto regolata a livello nazionale e sembra che dal nuovo ministro dell’Istruzione Francesco Profumo arrivi la disponibilità a pensare un provvedimento a proposito. Questo permetterebbe agli istituti di concedere in comodato d’uso i tablet alle famiglie che si risparmierebbero così la spesa dei libri scolastici ma anche dei quaderni, delle calcolatrici, matite, penne, gomme: i tablet possono sostituire un mondo di strumenti, facendo risparmiare le famiglie di costi annuali non indifferenti. Non per nulla un paese come la Corea sta valutando una riforma di questo tipo. Inoltre il risparmio di carta grazie ai libri digitali va a favore dell’economia ma anche dell’ambiente!


Fonte: NinjaMarketing


Web Company e applicazioni mobile [Fabrizio Pontiggia]

Web Company propone soluzioni mobile ed applicazioni Iphone, Ipad e Android sviluppate ad hoc sulle esigenze dell’azienda, con l’obiettivo di:

beneficiare del mobile per il supporto di servizi ai clienti parallelamente al contatto tramite il sito web, influenzando così le vendite e aumentando la soddisfazione dei clienti; ottimizzare i contenuti Web integrando in applicazioni mobile i contenuti online più significativi; progettare applicazioni mobile atte ad alimentare la partecipazione degli utenti al vostro brand; progettare giochi divertenti legati al vostro brand con funzionalità di download ; introdurre funzionalità di geolocalizzazione Google Maps per guidare gli utenti verso i vostri punti vendita; aggiungere valore per i vostri consumatori migliorando la “user experience” ad esempio attraverso concorsi mobile; misurare KPI quali il numero di download, la generazione di nuovi lead e le conversioni per verificare il livello di consapevolezza e percezione del vostro brand

@Mob : una soluzione giusta per ogni tipologia di business

In ambito mobile @Web Company studia e realizza soluzioni su misura che possano generare un ritorno immediato sull'attività del’azienda.

Le applicazioni mobile realizzate sono frutto di un piano digitale integrato, un canale aggiuntivo di “touch-point” .

In questi primi anni di esperienza abbiamo pacchettizzato una serie di prodotti basati sui servizi più diffusi. Da qui nasce @Mob, un sistema focalizzato sulla distribuzione selettiva dei contenuti e dei servizi già erogati dal proprio sito web, attraverso una forma più coerente con la tecnologia mobile dei giorni d'oggi.

I principali servizi di @Mob sono:

Feed reader

Distribuzione dei propri contenuti basata sulla tecnolgia Feed RSS 2. Questo servizio vi permette di organizzare i contenuti nella maniera più opportuna sulla propria App, che siano sezioni illustrative, news o articoli di approfondimento. Permette la categoriazzazione dei contenuti e la pubblicazione degli articoli, il tutto da sito web.

Geolocalizzazione

@Mob permette di integrare archivi geolocalizzabili e di filtrarli tramite opportuni strumenti di ricerca. Gli archivi sono gestibili tramite il CMS e i criteri di filtro possono essere impostati facilmente sulla base delle categorie di archiviazione. I risultati possono essere visualizzati sia sotto forma di lista che direttamente geolocalizzando i diversi punti su google map.

Form di richiesta

@Mob permette di impostare facilmente dei form di richiesta informazioni all'interno della propria App. I form possono essere utilizzati in svariati modi. Dalla più semplice richiesta di contatto, alla prenotazione di servizi. Il pacchetto può infatti interagire con meccanismi di controllo residenti su proprio sito web.

Gallerie di immagini

L’App permette piena libertà nell’organizzazione delle gallerie di immagini. Basandosi sul proprio CMS, è possibile creare più gruppi di immagini, allegarli a contenuti specifici (sezioni o articoli). La navigazione della gallery può avvenire sia nella modalità online che nella modalità offline (in questo caso l'utente non ha bisogno di una connessione attiva).

Perché sviluppare applicazioni mobile?

Per oltre un decennio questo annuncio si è rivelato prematuro, mettendo il Marketing in uno stato di scetticismo. Ma oggi, per la prima volta, il comportamento dei "prosumer" e le piattaforme mobili hanno raggiunto una dimensione considerevole per muoversi aldilà di una semplice tattica di digital marketing dei nuovi media.

Gli smartphone stanno finalmente vivendo il loro punto di non ritorno come uno dei componenti critici nel panorama del marketing digitale. Questo nuovo scenario implica risposte ai vostri obiettivi strategici di Mobile Marketing tra cui:

Quali sono i vostri obiettivi per il mobile marketing? Come il vostro target utilizza lo smartphone? Come utilizzare la vostra strategia per il mondo mobile? Quali best practices seguire?

Il Mobile Internet cambia il modo con cui i vostri clienti si aspettano di interagire. Non sono più davanti ai loro computer ma sono nei vostri punti vendita o in quelli dei vostri concorrenti. I clienti che cercano online informazioni su un potenziale acquisto cercheranno queste informazioni anche su un dispositivo mobile.

Idealmente, l'integrazione tra i contenuti di un sito Web e un dispositivo mobile fornirà un importante esperienza multicanale al cliente che potrà vivere l'esperienza di un acquisto, dello stato di un'ordine effettuato, di una ricerca sui luoghi fisici del prodotto/servizio cercati, di contattare il servizio clienti in "mobilità".

Il rapporto dell' ITU (International Telecommunication Union) ha pubblicato un report in cui ogni secondo, nel nostro pianeta, vengono inviati 200 mila SMS e la crescita dal 2007 (1.800 miliardi di sms inviati), ha sfondato i 6 mila miliardi. L'SMS è attraente perchè costa poco, spesso è un canale "opt-in" e ha un grande engagement, grazie all'interazione one-to-one. Inoltre, un semplice messaggio, pur "pesando" poco, può direzionare verso link, video e altro tipo di materiale "RichMedia", svolgendo quasi la funzione di "imbuto" per la comunicazione di un'azienda. Ma non solo, i continui miglioramenti nella creazione di social network e piattaforme di mobile computing stanno cambiando radicalmente il modo in cui le persone comunicano tra loro e le società possono raggiungere i consumatori.


Le migliori app per godersi la musica con l'iPhone [Mariana Conte]

1. Shazam / SoundHound

Le due app musicali più utili: servono per identificare le canzoni che ascoltiamo alla radio, in TV o in giro. Shazam è più immediata e semplice (ed è un bene), Soundhound, è un po’ più complessa: oltre a taggare le canzoni offre anche la possibilità di ottenere i testi . Entrambe disponibili in versioni gratuite o premium con funzionalità aggiunte, ma almeno una delle due dovrebbe essere presente sull’iPhone di ogni appassionato di musica.

2. TuneWiki

Se invece ti interessano solo i testi delle canzoni TuneWiki fa per te: scegli la canzone da suonare, l’app trova il testo e lo sincronizza. Non è perfetta (può succedere che non trovi anche canzoni note), ma è gratis e si integra con i social network, e vi trova i video su YouTube della canzone che stai suonando.

3. Albums / Vinyl

Se vuoi dare un look retro al tuo riproduttore digitale, ecco le due app che fanno per te: Albums (1,59€) ti crea sullo schermo un tavolo su cui puoi appoggiare i tuoi album come se fossero dei CD. Puoi spostarli, lanciarli via dal tavolo e ovviamente riprodurli. Vynil riproduce la musica come se fosse un vecchio disco. Puoi persino aggiungere l’effetto sonoro del salto della puntina o del graffio

4. Libox / Zuocast

Problemi di spazio? Usa una di queste due app, gratuite entrambe. Potrai ascoltare la musica in streaming dalla libreria del tuo computer. Sia Zumocast che Libox Libox hanno due limiti: devi installare un client dal tuo computer, che deve funzionare da server e rimanere acceso, così da creare una piccola cloud. Per la musica basta la connessione dati del telefono, mentre se sei su wi-fi riesci anche a fare streaming dei video

5. Music God

Vuoi avere informazioni sulla vostra libreria Music God ti recupera i dati più disparati sulla musica nel tuo iPhone, dall’artista può suonato al valore economico di tutte le tue canzoni. Forse è un po’ poco per i 2,39 € del costo, ma alcuni risultati potrebbero sorprenderti, e potrai sempre condividerli su Twitter o Faceboobk. Vuoi mettere quanto potrai bullarti con i tuoi amici?

6. Ambiance

Se vuoi usare l’iPhone per rilassarti, Ambiance (2,39€) è l’app musicale che fa per te.


Emulatori per lo sviluppo di mobile apps [Oscar Bertone Giordano]

emulatore Google Android
emulatore Android SDK
emulatore iPhone
simulatore iPhone
simulatore Blackberry

App della Berlinale 2012 [Simona Anelli]


Con tutte le app presenti sul mercato, sicuramente non poteva mancare quella per il Festival del cinema di Berlino: Berlinale 2012 è infatti disponibile gratuitamente su AppStore!!

Mostra

Questa applicazione permette di rimanere sempre informato su tutte le news del festival, di leggere le varie schede dei film in concorso e le informazioni relative a registi e attori.
Inoltre, se vi trovate già a Berlino, questa app vi permette di vedere il programma dell proiezioni e il calendario degli eventi con tanto di mappa!!!
Per ogni film, poi, sono disponibili sinossi ed immagini, e nei contenuti speciali l'utente può vedere i video in diretta delle conferenze stampa e delle serate di apertura e chiusura!! E se si vuole esagerare, salvando i film favoriti nella sezione "Preferiti", c'è la possibilità di accedere a tutte le informazioni anche offline.

Statistiche Web Mobile [Luigi La Torre]

Le statistiche riportate in seguito sono state calcolate da Adobe in base ad una indagine effettuata prendendo come campione 1200 abitanti statunitensi di età compresa tra 18-50 anni. Il documento evidenzia quali siano le preferenze, le abitudini, nonché le esigenze degli utenti in relazione al settore Mobile.

Questo primo dato evidenzia la diffusione dei dispositivi Apple in ambito mobile. Infatti, Iphone e Ipad superano la concorrenza, anche se si suppone che il divario con Android in futuro è destinato a colmarsi.

sistemi-operativi-mobile

Il grafico seguente mette ancora una volta in risalto come gli utenti iPhone e iPad siano quelli più propensi alla navigazione sul web ed alle applicazioni mobile, seguiti da Android, sistema operativo utilizzato soprattutto per interagire sui vari social network. Gli smartphone Blackberry invece vengono utilizzati prevalentemente per la gestione dei servizi finanziari.

utenti-connessi-dispositivi-mobile

Gli utenti di un’età compresa fra i 30-49 anni interagisce con i contenuti finanzari, viaggi e shopping più frequentemente delle altre fasce d’età. Interessante come però il gruppo di utenti tra i 50-64 anni, acceda a news e altre informazioni generiche con la stessa frequenza degli utenti fra i 30-49 anni. Come dire che il web mobile non è fatto solo di giovani, ma è popolato anche da senior, vedi slide successiva.

statistiche-eta-utenti-mobile

Web o App? [Luigi La Torre]

L’indagine dimostra che gli utenti preferiscano navigare sul web piuttosto che essere costretti a scaricare l’app specifica che mostri il contenuto inerente.

web_app1

Invece, nel campo dei giochi, della musica o dei social l'utente preferisce scaricare l'app relativa.

web_app

Per ulteriori informazioni riguardanti l'indagine di cui ho parlato sopra potente consultare l'intero documento linkato tra le fonti.

Fonti: Indagine Adobe





Whos here now:   Members 0   Guests 0   Bots & Crawlers 1
 
Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Forum Menu
Wikibook
Autori
Istruzioni
Widget e Social Media
Strumenti
Modifiche