Online social games : Alcuni social games

Da Wiki Corso Web.

Indice

STATO=Libero

Definizione [Alessio Polidoro]

Il termine Social Gaming identifica l’attività di gioco all’interno di una rete con finalità non solo ludiche ma anche di interazione sociale. Non si gioca più per sé stessi, si gioca per confrontarsi, conoscere, vivere esperienze in cui l’attenzione è incentrata sugli altri utenti più che sul gioco stesso. La massima espressione del social gaming è legata alle piattaforme di social networking come Facebook, ma anche al mondo mobile in cui gli smartphone di nuova generazione la fanno da padrone.


Alcuni dati significativi:


Il Social Gaming online va ben oltre [Matteo Tizzoni]

Il termine social game fa riferimento, come già accennato, alla possibilità di giocare in iterazione continua con altri individui giocanti. In totale contrapposizone ai ben più antichi giochi in single player. 

Ci sono molti modi di giocare social ma, a mio avviso, quelli legati ai social network sono sicuramente i meno stimoltanti. 

Ecco una lista di tutte le categorie che questo termine include, un mondo ampio e ricco di combinazioni:


Sviluppo dei social games [Alessio Polidoro]

Il mondo dei Social Games è un mercato in grande crescita che ha superato in breve tempo realtà storiche come i giochi per personal computer, ma chi c’è dietro il Social Gaming?

Possiamo distinguere tre tipologie di professionalità:



Alcuni social games all’interno di Facebook [Alessio Polidoro]

The Sims Social [Francesca Mangione]

The Sims Social brings all the freedom, fun, and creativity of The Sims to Facebook!
Create customized Sims with their own unique characters, ambitions, and friends. Your Sim’s friends—and enemies—are your real friends and the deeper your relationships, the further you get in the game! Build your Sim a perfect home and fulfill their wishes to live out their dreams. Control every aspect of their social life, make friends or fight, love or betray, play nice or be mean, share a first kiss or woohoo!
Play with life in a whole new way—with your real friends, for free!


Simssocial-logo.png


Farmville [Alessio Polidoro]

Il titolo più amato creato da Zynga, ovvero Farmville. Decine di milioni di utenti del social network si sono appassionati a questo gioco in cui bisogna vestire i panni di un coltivatore e far crescere il più possibile i propri profitti e la propria fattoria.


farmville review on AppAppeal


Texas Hold'em Poker [Alessio Polidoro]


Nella top 10 dei migliori giochi Facebook entra di diritto anche il gioco di poker più amato dagli utenti del social network, sempre realizzato da Zynga: Texas Hold'em Poker. In questo gioco sarà possibile sfidare altre persone in uno dei giochi d'azzardo più amati di sempre, il poker sportivo. Ecco un widget per fare un po’ di pratica sulle regole e sulle tattiche del texas hold’em:



Restaurant City [Alessio Polidoro]


Se il vostro sogno è sempre stato quello di gestire un ristorante tutto vostro, allora Restaurant City è il gioco Facebook che fa per voi. Amministrate il vostro locale cercando di farlo crescere e di farlo diventare il più famoso della città.



Pet society [Alessio Polidoro]


Amate gli animali domestici? Con Pet Society potrete dedicarvi alla cura del vostro animaletto domestico preferito, personalizzandone sia l'aspetto, sia l'abitazione, acquistando per lui nuovi vestiti ed oggetti di arredamento per farlo vivere da vero re.




<a href="http://wikicorsoweb.altervista.org/index.php/Online_social_games">back</a>


Mall World [Silvia Assi]

Mall World è un gioco social pensato per gli appassionati di moda. Si tratta di un gioco Facebook principalmente per le ragazze.
Lo scopo del gioco è quello di gestire un piccolo atelier, creando vestiti sempre nuovi e vendendo le creazioni alle clienti, che sono rappresentate dalle amiche di Facebook. Mall World richiede espressamente di invitare le amiche. Ovviamente si possono visitare gli atelier delle amiche che hanno installato e stanno usando Mall World e si può comprare altri abiti per il proprio avatar.
Inoltre, si può pulire la propria boutique, giocare i mini-game, decorare la boutique e sistemare gli espositori.

app_full_proxy

Woodland Heroes [Silvia Assi]

Woodland Heroes è un gioco animal-medievale di stampo strategico. Perchè animal-strategico? Perchè i protagonisti sono tutti simpatici abitanti del bosco intenti a guerreggiare continuamente per il possesso del territorio boschivo. Ognuno ha il ruolo prevalentemente strategico di decidere le tattiche di manovra in campo e di piazzare le terribili armi che semineranno morte e distruzione tra le fila nemiche. Ognuno procederà con delle quest che verranno a mano a mano affidate, anche dal buon vecchio re Orso, il venerabile imperatore di riferimento. Man mano che si avanzerà guadagnando denaro con le vittorie si potranno acquistare tante altre macchine di morte da scagliare contro il nemico.

Woodland-Heroes

<img class="FCK__MWTemplate" src="spacer.gif" _fckfakelement="true" _fckrealelement="0" _fck_mw_template="true">


Barn Buddy [Silvia Antognazza]

Barn-Buddy


Non se ne conosce il motivo certo, sta di fatto però che agli utenti dei giochi social piace coltivare!
Barn Buddy è un gioco che sta avendo sempre un gran successo sia nella sua versione Facebook che su Netlog. Nonostante sia per dinamiche molto simile a titoli come Farmville e Country Story, il gusto di coltivare e dedicarsi alla natura rimane sempre in voga.
Anche in Barn Buddy si tratterà quindi di comprare semi, piantarli nel terreno, concimare e dotarsi di una buona pazienza per attendere che la terra dia i suoi frutti a noi poveri coltivatori. Il tutto al fine di vendere i frutti per fare più denaro possibile. Non sarà naturalmente tutto così semplice, dovremo anche far fronte alle ondate di insetti minacciosi che cercanno di devastare il nostro lavoro.
Molto originale la possibilità di sabotare e di rubare nelle coltivazioni dei nostri amici al fine di vendere il loro raccolto per tirare su qualche soldino extra. Attenzione perchè i nostri amici potranno fare lo stesso con noi vendicandosi … Molto utile il cane da guardia che sorveglierà il nostro raccolto da eventuali intrusi.


Alcuni Social Game all'interno di Google+ [Giuseppe Lorusso]

Diamond Dash [Giuseppe Lorusso]

Un puzzle-game in stile Tetris, ma incredibilmente più veloce e coinvolgente. Si tratta sostanzialmente di far scomparire blocchi di gemme dello stesso colore, facendosi aiutare dai contatti amici.

City of Wonder [Giuseppe Lorusso]

Un social game in stile Civilization, che all’elemento di esplorazione, costruzione e innovazione affianca elementi social tipici di giochi come Farmville.

Township [Silvia Antognazza]

Township è un gioco gestionale in cui i giocatori devono sviluppare la propria città fino a renderla meravigliosa.
Gli sviluppatori della Entertainement Playrix, già creatori di giochi simili ci danno la possibilità di costruire case per far aumentare la popolazione, raccogliere le colture, edificare fabbriche e altre costruzioni utili. É preso in considerazione anche il morale della gente quindi si dovranno costruire bar e cinema per la loro vita sociale e il loro intrattenimento.
Risulta molto simile ad altri titoli, come ad esempio CityVille, ma a differenza di quest ultimo non utilizza il sistema energetico come limite di sviluppo, ma altri fattori, come la popolazione, la produzione e il denaro.
Per il resto è molto difficile creare un game originale in un mercato già saturo di offerte dello stesso genere. Gli sviluppatori hanno puntato quindi su una grafica curata e simpatica e un gameplay scorrevole con la peculiarità che le risorse prodotte saranno trasformabili in oggetti più elaborati e questo ciclo si ripeterà più volte.
Le caratteristiche di interazione con i propri amici sono le solite, si possono visitare le città altrui, eseguire delle azioni che permetteranno di ottenere premi, mandare richieste ai propri per ottenere materiali utili o inviare doni.

I Social Game non piacciono ai videogiocatori

I videogiochi social piacciono a parecchie persone, 360 milioni solo per i titoli by Zynga, come FarmVille e FrontierVille. Numeri da capogiro, con un business per Zynga e compagnie affini di miliardi di dollari.

Ma non piacciono ai giocatori veri, quelli per cui i videogame non sono solo un tappabuchi nelle pause in ufficio o un clic-clic-clic da automi. Basta girare i forum per farsene un'idea: il disprezzo è generale. E spesso non piacciono nemmeno a quegli sviluppatori che faticano come bestie per realizzare buoni prodotti per PC e console.

Perché? Le questioni sono in sostanza tre. Uno: i social game sono semplicistici, sciocchi e ripetitivi, e sviliscono la dignità che i videogiochi hanno conquistato, a fatica, dopo decenni di emarginazione rispetto agli altri media. Due: sono concepiti appositamente per creare dipendenza, che è una cosa ben diversa dal coinvolgimento. Tre: sfruttano le microtransazioni, un modello economico in sé interessante, ma che in questi casi rischia di trasformarsi in una pericolosa idrovora di denaro a discapito di persone deboli. Combinate in particolare il punto due e il punto tre, ed ecco che le preoccupazioni diventano comprensibili.


Riporto dall'<a href="http://gadget.wired.it/news/videogiochi/i-videogiocatori-bocciano-i-social-game.html?page=1#content">articolo originario</a> le diverse opinioni di alcuni sviluppatori di social game.

Edmund McMillen, creatore di Super Meat Boy, ci va giù durissimo: " I social game tendono a utilizzare sistemi di manipolazione infidi per irretire la gente, che è così invischiata da spendere soldi veri per cose che non hanno nessuna utilità. C'è una differenza sostanziale tra un gioco coinvolgente e uno che dà dipendenza". E per essere ancora più chiaro paragona l'effetto dei social game a quello del crack.


Nicholas Lovell di Gamasutra sostiene che " Zynga e compagnia hanno trovato il modo di realizzare giochi che piacciono a una fetta di società più ampia di quella che i giochi tradizionali siano mai riusciti a raggiungere. Hanno reso i videogame una cosa per tutti. Non è ora di rendergliene merito?". Il game designer Charles J. Pratt rileva in un twit: " Forse i social game sono odiati perché rendono evidente che la cultura del PC e delle console ha perso il controllo del mondo dei videogame".

Games for change [Melania Mauri]

Games for change(http://www.gamesforchange.org) è un'organizzazione che utilizza i giochi digitali come mezzi per raggiungere un cambiamento sociale.

Nicholas Kristof e il suo social game

Il giornalista del New York Times Nicholas Kristof ha ideato e sviluppato col supporto di Games for Change un gioco online (ancora senza nome), simile al più famoso Farm Ville, con lo scopo di combattere le ingiustizie e gli abusi contro le donne. Il gioco consiste nel gestire un villaggio e di prendersi cura, in particolar modo, delle donne e delle ragazze del villaggio, le azioni compiute nel gioco avranno un effetto nel mondo reale: scuole e campi profughi riceveranno delle donazioni, se ci si comporta in maniera corretta nel gioco online. “Nick and Sheryl’s ideas are perfectly aligned with what we want to see moving forward — breaking the perception that games are only entertainment.” (Asi Burak co-presidente di Games for change). Il gioco, che verrà lanciato verso la fine del 2012, sarà disponibile su Facebook.
Fonte:


Link [Melania Mauri]

Il mondo dei giochi online festeggia l’arrivo di Nintendo Network [Samar Ramadan]

Nintendo-Network.jpg

Ninntendo annuncia il proprio attesissimo ingresso nel mondo dei giochi online con Nintendo Network, la piattaforma nipponica diveta diretta concorrente di XBOX LIVE e PlayStation Network, rispondendo nemmeno troppo indirettamente alle accuse che gli erano state rivolte circa la propria attenzione alle novità offerte dalla rete. La presentazione dela piattaforma è avvenuta in concomitanza con la conferenza con gli investitori, la società di Kyoto indicando come Nintendo 3DS e Wii U l’hardware di riferimento.

“A differenza di Nintendo Wi-Fi Connection, che è stato focalizzato su specifici concetti e funzionalità, puntiamo a creare una piattaforma i cui servizi siano disponibili attraverso la rete per i nostri consumatori, in modo che l’azienda posso formular loro proposte complete“, ha spiegato Satoru Iwata, presidente e amministratore delegato di Nintendo. Il mondo del gioco online sussulta, l’ingresso del colosso padre di Mario Bros e Zelda sposterà i delicati e equilibri che al momento sono spartiti tra Microsoft e Sony.

In realtà Nintendo Network non sembrerebbe essere solamente una semplice piattaforma di gaming online, la stessa verrà utilizzata per offrire servizi come pagamenti NFC tramite il controller-tablet di Wii U, account famiglia attraverso il quale controllare gli acquisti effettuati, scaricare contenuti digitali, favorire la comunicazione vocale tra l’utenza e l’organizzazione di partite e tornei; un servizio dunque completo, dl quale al momento non è possibile apprezzarne le sfaccettature.

Sull’online Nintendo parte per una avventura davvero difficile, quella branca del mercato è fortemente affollata e al di là dei grandi nomi a cui Nintendo andrà a calpestare il prato (e ovviamente si attendono reazioni) esiste tutta una realtà sfaccettata e complessa e l’ingresso nel parco giochi di una tale potenza sarà davvero un punto di svolta importante. Ovvio l’entusiasmo dei fans Nintendo, rimasti privi di una funzionalità di rete che tra gaming e social avrebbe già potuto offrire molto; è il momento di rifarsi del tempo perduto, presto, non subito.

Cosa rende i social games così popolari su Facebook e Google + [Silvia Assi]



Panoramica sui Social Games [Francesca Mangione]



Browser Games [Oscar Bertone Giordano]

Social games su MySpace e problemi con dati utenti [Simona Anelli]


Nel 2010, il Wall Street Journal ha accusato MySpace di aver raccolto dati sugli utenti, tramite alcune applicazioni, per poi condividerli con le società di advertising Google Inc., Quantcast Corp. e Rubicon Project.
Le informazioni trasmesse consistono nel MySpace user ID, che consente di visualizzare alias, foto, età, ed altre informazioni inserite dall'utente. Secondo l'indagine del Wall Street Journal, il traffico di dati avveniva prevalentemente tramite le pubblicità inserite nei giochi. Le società coinvolte hanno comunque dichiarato di non aver mai utilizzato le informazioni ottenute.
Tra le applicazioni coinvolte ci i sono popolari GreenSpot, un gioco di giardinaggio con 1.8 milioni di utenti, e RockYou Pets, con 6.1 milioni di utenti.

rock you pet





Whos here now:   Members 0   Guests 0   Bots & Crawlers 1
 
Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Forum Menu
Wikibook
Autori
Istruzioni
Widget e Social Media
Strumenti
Modifiche