Web Engineering : Processo di sviluppo

Da Wiki Corso Web.

Indice

STATO=Libero

back

Sviluppo Sito Web [Mazzotta Simone]

Nel mondo digitale odierno non è più sufficiente per un azienda "esserci", ma occorre avere una vetrina virtuale di qualità, facile da trovare e semplice da consultare: un sito web.

La sua efficacia non è determinata solamente dalla grafica e dall'impatto visivo, l'aspetto più importante, come dimostrano diversi studi, è rappresentato dalla comunicazione e dall'accessibilità, cioè da tutti quegli accorgimenti a livello progettuale che rendono un sito molto immediato e comunicativo. Per questo motivo bisogna approfondire le tematiche relative alla percezione, alla trasmissione di fiducia, agli standard che rendono un sito web gradevole senza essere visivamente invasivo.

Realizzare siti web non significa soltanto creare una pagina HTML, renderla graficamente accattivante, e pubblicarla su internet. Essendo il mondo del web una vetrina di estrema importanza, è essenziale utilizzare un modello di sviluppo professionale. Per questo motivo, il primo obiettivo è riuscire a intendere al meglio le necessità del cliente, capire quali sono gli obiettivi, quali le caratteristiche più forti per il mondo web e sviluppare un modello di costruzione del sito che consenta di ottenere continui feedback e di raggiungere il miglior risultato possibile.

Di seguito vengono elencate le fasi principali del processo di sviluppo di un sito web:

  1. Incontro con il cliente:
    Per lai creazione di siti web è essenziale partire da un contatto diretto col cliente. Se possibile, quindi, è necessario organizzare una riunione per conoscere il cliente stesso ed entrare a contatto con la realtà che si vuole portare sul web;

  2. Studio del caso e progettazione struttura:
    La realizzazione di un buon sito web passa per una fase di progettazione accurata. A seconda del materiale raccolto nel primo incontro, dell'analisi della concorrenza e dello studio degli obiettivi da raggiungere si passa alla progettazione del sito; vengono stabilite le priorità, determinate le sezioni del sito e creata una bozza di struttura. Il layout viene disegnato per avere indicazioni sull'ottimizzazione dello spazio a disposizione, sulle parti da evidenziare e sulla leggibilità del tutto;

  3. Scelta del design grafico:
    Il design grafico di un sito web risulta essere una delle caratteristiche più importanti nel mondo di internet; tuttavia non bisogna compiere l'errore sacrificare leggibilità e accessibilità per realizzare un sito troppo ricco graficamente. E' norma scegliere design che siano soprattutto accessibili, gradevoli, non eccessivi. Molto importante poi è la possibilità di poter scambiare pareri con il cliente, sottoponendo bozze di lavoro che possano essere facilmente valutate;

  4. Sviluppo del contenuto del sito:
    A questo punto, stabiliti struttura e design, si passa alla realizzazione del sito attraverso l'inserimento del contenuto fornito dal cliente.Prima di tutto bisognerebbei formattare il tutto in maniera ottimale, cercando di uniformare lo stile del sito per favorirne la gradevolezza. Inserito il contenuto e i contenuti media, la realizzazione del sito si può considerare conclusa;

  5. Consegna e assistenza:
    Dopo aver consegnato il prodotto completo al cliente, la post-vendita è una fase altrettanto importante quanto quelle che la precedono. Per questo motivo, è consigliato rimanere a disposizione del cliente per eventuali modifiche o correzioni.

Fonte: dmdigital.it

Per esperienza personale, suggerirei di dare moltissima importanza alla comunicazione con il cliente, poichè a parer mio è la fase cruciale del progetto, in quanto un lavoro portato a compimento anche con il massimo impegno e nei tempi dovuti, rischia di andare perso per un' incomprensione iniziale con il committente dei lavori.



Questa slide presentano le varie fasi per la realizzazione di un sito web, concentrandosi sulle fasi
iniziali riguardanti i requisiti ed il web design, accennando anche aspetti sulla qualità del prodotto.



Immagini esplicative [Mazzotta Simone]


La seguente immagine raffigura le tappe, le figure coinvolte, l' importanza e la tempistica delle varie fasi nella realizzazione di un sito web, dal primo incontro fra cliente e agenzia alla messa on line.

Fonte: akabit.it.


Questa figura rappresenta invece un altra suddivisione delle varie fasi e sottofasi del processo di realizzazione di un sito web.

Fonte: tecnoteca.com.

L’importanza del wireframe nel processo di creazione di un sito [Fabrizio Pontiggia]

Quando si arriva a parlare di wireframe in un sito web, si è già passati per il primo passo dell’interaction design, cioè si è già arrivati a definire la struttura del sito, come esso reagirà in base all’utente e tutto il resto.

Dopo questo passaggio iniziale, si passa di solito a parlare di wireframe. Ma cosa è un wireframe?

Fondamentalmente, un wireframe è una sorta di bozza del sito, in cui viene descritto visualmente tutte le informazioni ricavate precedentemente. Ovviamente non si tratta di una cosa accurata, serve soltando a vedere la struttura.

Un wireframe, è solitamente composto di vari blocchi, senza colore, con una sorta di testo al loro interno, o, in alternativa, i blocchi sono accompagnati da una didascalia (più utile per chi i testi li vede a fine sito o piuttosto non li vede e basta).

6802234119_e583ce81c3.jpg

(questo wireframe è preparato secondo la tecnica del grey box method, cioè usando solo blocchi di colore grigio)

Un wireframe è disegnabile sia con i più tradizionali strumenti come per esempio Photoshop, che sì, è comodo, ma risulterà impossibile da modificare da terzi, oppure con programmi come ad esempio OmniGraffle o Visio che, in un team di persone, permettono modifiche più veloci e alla portata di tutte le persone impegnate nel progetto. Un wireframe è utile sotto diversi aspetti.

Innanzitutto permette di avere una prima bozza di un sito, traducendo in immagine ciò che era rimasto su carta (o lavagna, o post-it…), e quindi, definisce la struttura del sito visivamente.

È fondamentale poi per il cliente, perchè in questa fase di wireframing il cliente può farsi un’idea di come sta venendo il sito e apportare le sue modifiche (nell’ordine del ragionevole) senza per questo stravolgere il design, i colori o il codice, a vantaggio di tutti, con minor spreco di tempo e di soldi.

In definitiva, quella del wireframing è una tecnica che si presta alle modifiche più disparate, consentendo di sviluppare e modificare siti rapidamente, si adatta a siti grandi e piccini, e inoltre un wireframe potrebbe essere inserito nel preventivo, di modo che i clienti abbiano già qualcosa in mente per il loro sito.

Creare un sito internet gratis [Amedeo Martone]

Creare un sito internet non è più difficile come una volta. Sulla Rete sono disponibili diversi servizi gratuiti per creare un blog o un sito internet. Alcuni non richiedono la conoscenza informatica del linguaggio html. Sono servizi utili soprattutto per esigenze di tipo personale o amatoriale. Altervista Uno dei principali servizi gratuiti per creare siti web è Altervista. Permette a tutti, webmaster esperti di programmazione o semplici neofiti, di aprire siti con funzionalità avanzate, per audience di ogni genere o dimensione. Puoi anche creare un blog, una fotogallery, un forum o un portale con un click. Wordpress. E' un software gratuito per sviluppare un blog / sito web. E' famoso per la sua facilità di utilizzo e per la possibilità di cambiare il template grafico del sito web con pochi clic. Wordpress può essere scaricato gratuitamente (licenza GNU) ed installato sul proprio spazio web. In alternativa, è possibile aprire un canale blog direttamente sulla piattaforma online gestita da Wordpress. Blogger. La piattaforma Blogger.com consente di creare gratuitamente un vero e proprio sito web senza conoscere l'html. E' sufficiente iscriversi al servizio, scegliere la grafica del sito e di aggiornarlo tramite un pannello CMS di facile utilizzo. Si può aprire un sito web blog in meno di 5 minuti. Il servizio blogger è attualmente gratuito. Per ulteriori approfondimenti consultate la nostra guida su come aprire gratuitamente un blog. Google Sites. E' il servizio offerto da Google. Permette di creare il proprio sito web sul dominio google. E' gratuito e veloce. I siti risiedono sulle directory del dominio di terzo livello di Google Sites. Consente di scegliere il modello grafico tra diversi template grafici predefiniti. Non necessita di alcuna conoscenza tecnica di programmazione ed è gratuito. Corso HTML Un'altra via per costruire un sito web è più impegnativa ma ricca di soddisfazioni. Consiste nel crearsi da sé il proprio sito imparando il linguaggio HTML. E' sufficiente avere il notepad di Windows, un browser e buona volontà. Il linguaggio HTML è molto semplice. Segnaliamo il nostro corso online gratuito. Per pubblicare il proprio lavoro occorre munirsi di un software Ftp e di uno spazio web. Se partite da zero... mettente in conto anche molta pazienza.





Whos here now:   Members 0   Guests 0   Bots & Crawlers 1
 
Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Forum Menu
Wikibook
Autori
Istruzioni
Widget e Social Media
Strumenti
Modifiche